COME

Avere a disposizione l’attrezzatura specifica e l’attenzione nel manovrarla con le giuste tecniche, rendono il professionista capace di effettuare un lavoro in maniera rapida, sicura e attenta a non sporcare l’ambiente circostante.

Per l'eliminazione delle fuliggini leggere, generalmente si esegue una raschiatura manuale attraverso aste flessibili o aspi di durezza variabile, all’estremità dei quali ci sono spazzole di varie forme dimensioni e materiali.

La scelta della spazzola è molto importante, come nel caso di canne fumarie in acciaio inox per le quali andranno utilizzate solo spazzole dello stesso materiale o di materiale sintetico come il Nylon o il Pek. Differenti strumenti inadeguati potrebbero danneggiare e rimuovere il trattamento superficiale che rende l'acciaio inox inossidabile.

Nei casi piu critici, le presenze di creosoto, che è un deposito catramoso, o di croste dure, non sono eliminabili con l’azione delle sole spazzole, ma richiedono una ben più invasiva e violenta pulizia motorizzata mediante sonde rotanti con catene in testa, azionate da trapano, dopo una preventiva ed accurata analisi della resistenza dei materiali che compongono il camino, alle sollecitazioni che dovranno sostenere.

In questi rari casi comunque non si riesce mai a pulire totalmente la canna dallo spesso catrame e spesso si preferisce interpellare un tecnico fumista per una nuova intubazione ottenendo una completa rigenerazione della canna fumaria.

L’impiego di un apposito potente aspiratore con filtri speciali per la fuliggine, evita ogni più minimo spargimento di polveri.

Indietro
-