FAQ

Si sporca dentro casa?

No, la pulizia viene effettuata assolutamente senza sporcare minimamente i locali, con l’ausilio di appositi teli, che rendono ermetico il camino, e di un potente aspirapolvere professionale.

Bisogna salire sul tetto?

Di norma la prima fase della pulitura viene effettuata del tetto, ma non sempre necessariamente. Dove non si renda necessario e dove comunque non ci sono i presupposti per una salita sul tetto in totale sicurezza, nonostante l’uso di imbracatura a norma di legge, è possibile pulire dal basso con risultati ottimali. Se possibile, è sempre comunque opportuna almeno una visiva ispezione del comignolo per verificarne lo stato.

Se piove potete pulirmi il camino?

Si, effettuando la pulizia dal basso. E in caso di effettiva necessità di operare la pulizia anche dal tetto, verrà fatta successivamente senza ulteriori spese.

Quale è il momento migliore per fare manutenzione?

In inverno gli impianti devono lavorare e dovrebbero già essere pronti per l’uso. La primavera, l’estate e l’autunno sono periodi di “fermo” che possono essere ideali per fare manutenzione. Si tenga presente che in estate la canna fumaria spenta, per uno fenomeno fisico dovuto alla variazione di pressione atmosferica, tende a perdere il suo effetto tiraggio, invertendo spesso il flusso di aria. Se la canna non è già pulita, l'aria può anche essere sentita nell’ambiente di casa come sgradevole “odore di fumo”.

Posso usare il camino prima della pulizia?

No, il camino o la stufa devono essere spenti da almeno 12 ore.

Quanto dura l'intervento?

Può durare in genere tra i 45 minuti e le 2 ore. Casi particolarmente impegnativi possono richiedere anche oltre le 2 ore di intervento.

Quanto costa pulire una canna fumaria di un camino o di una stufa?

Non è possibile definire un prezzo unico per un intervento di pulizia, date le molte differenti situazioni che è possibile riscontrare. Occorre considerare il tipo di impianto fumario (camini, stufe, forni, caldaie, etc), la forma,le dimensioni e il materiale della canna fumaria, il percorso lineare o curvato e la sua lunghezza , eventuali cambi di sezione e di forma al suo interno, la quantità e la consistenza della fuliggine esistente e in conseguenza a tutto questo, quantificare le tempistiche finali necessarie al determinato intervento.
Il costo quindi indicativamente può variare da 70 a 130 €uro (Prezzi Iva Inclusa)

Vi occupate anche di Ristoranti?

La Spazzacamino Service opera nelle attività di ristorazione esclusivamente per pulizie di canne fumarie di cucine tipo ROMAGNA a carbone di legna o di forni pizza a legna o elettrici. A volte però nei ristoranti e nelle pizzerie possono esserci impianti complicati nel percorso e/o mal progettati , molto difficoltosi e improbabili da pulire per mancanza di portelli di ispezione. La Spazzacamino Service può in questi casi fornire consulenza gratuita sul giusto posizionamento di tali portelli ad opera di un tecnico fumista. Successivamente alla messa in opera delle ispezioni si potrà effettuare l’intervento di pulizia. I prezzi applicati per la ristorazione possono essere generalmente maggiori rispetto a quelli delle pulizie di canne fumarie domestiche.
La ditta NON si occupa di pulizie di fumi e vapori grassi di cappe, condotti e canne fumarie con cottura a GAS.

La videoispezione ha un costo aggiuntivo?

No, quando si rende necessaria una preventiva videoispezione, questa è compresa nel costo dell’intervento.
Se appositamente richiesta, il costo dell’operazione verrà concordato caso per caso.

Come avviene la manutenzione di una canna fumaria?

Con impiego di teli e di un potente aspiratore, manovrando appositi aspi o aste flessibili professionali,ed effettuando dal basso verso l’alto e/o viceversa il ripetuto passaggio di diversi tipi di spazzole in acciao e acciao inox o in nylon e pek, a seconda del materiale di cui è costituita la canna fumaria.
In rare occasioni, per tentare di rimuovere il catrame formatosi dopo un lungo periodo di medio o intenso utilizzo senza alcuna manutenzione,si potrebbe rendere necessario l'utilizzo di una sonda rotante azionata da un trapano, ma spesso in tali casi si preferisce valutare una completa rigenerazione con l’inserimento di nuova canna in inox, ad opera di un fumista abilitato a norma di legge.

Posso fare qualcosa mentre aspetto la pulizia?

Si, è necessario rimuovere pezzi di legno, ferri e attrezzi presenti all' interno del camino, spostare tutti gli oggetti che si possono rompere, eventuali tappeti, divanetti e tavolini che si trovano vicino alla zona di pulizia. Se non lo fate Voi ci pensa tranquillamente lo Spazzacamino.

Dopo che il camino ha preso fuoco, è vero che si pulisce da se?

No, va necessariamente pulito. Con l’incendio, i residui fuligginosi sulle pareti della canna fumaria tendono ad espandersi riducendone la sezione. Inoltre interi pezzi di fuliggine possono staccarsi e accumularsi fino ad ostruire la canna stessa.

E’ vero che le canne in acciaio inox sono autopulenti?

No, anche se essendo la canna fumaria in acciaio molto liscia i depositi di fuliggine che si trovano sono minori e più facili da staccare. Se non correttamente manutenuta, è più probabile un accumulo maggiore e più difficile da rimuovere.

Ogni quanto devo far pulire il camino o la stufa?

Il caminetto andrebbe pulito di norma dopo il consumo di 35/40 q.li di legna, e comunque in funzione del tipo di impianto in questione e da come questo viene usato. Per le stufe a pellet è consigliata ogni 25/30 quintali di pellet bruciato. Si consiglia di non far trascorrere più di tre anni per i camini e più di due anni per le stufe a pellet.

Ci sono delle normative di riferimento?

Si, la manutenzione degli impianti fumari è trattata nella normativa UNI 10683:2012

In che territorio operate?

Per una necessaria gestione dei tempi e costi di spostamento, la ditta OPERA in un raggio d’azione indicativo di 50 KM da PESARO, o volentieri anche a distanze più ampie per richiesta di pulizia di due o più canne nella stessa giornata (chiedendo a vicini,conoscenti,parenti etc..).

-